La Biblioteca digitale: è il futuro?

BiblioTechLibrary_920_518_80I libri su uno scaffale ben organizzato di una Biblioteca sono un’architettura essenziale e preziosa di scoperta e comprensione umana. Oggi, però, quei libri sugli scaffali occupano una porzione ben importante nella riduzione dei bilanci delle biblioteche. Va da sé che la tecnologia, cioè gli strumenti digitali, può rendere molto più produttivi anche i bibliotecari. Perché? I bibliotecari illustrano le nuove collezioni digitali, trovando modi creativi d’interazione con il pubblico. 

Nel 2013, la prima biblioteca pubblica libera senza libri cartacei ha aperto nella periferia di San Antonio, Texas. Si chiama Bibliotech Digital Library. La nuova biblioteca sembra un Apple Store: file di computer e tablet sembrano invitare i lettori più alla navigazione di svago che alla ricerca e alla lettura. La biblioteca digitale è sicuramente economica. A un costo di 2,2 milioni di dollari per la dotazione di computer e locali, magazzino e personale, la Bibliotech è un affare rispetto a una biblioteca tradizionale che può avere un budget di più di $ 100 milioni. I costi operativi annuali della Bibliotech sono iscritti in bilancio a $ 1,1 milioni. Lo spazio è più economico rispetto alle biblioteche tradizionali, nonostante la tecnologia: Bibliotech acquista la sua collezione digitale di 10.000 titoli allo stesso prezzo delle copie cartacee, ma si risparmiano milioni perché la progettazione dell’edificio non ha bisogno di ospitare libri stampati. La biblioteca digitale ha superato i 100.000 visitatori nel solo primo anno dalla nascita.

Le risorse elettroniche potenzialmente edificanti che sono in dotazione della biblioteca digitale – i costosi database di sottoscrizione – rimangono sconosciuti alla maggior parte degli utenti di computer. Con l’aumento dei costi di questi strumenti digitali, c’è una minaccia potenzialmente proporzionata al budget del personale per l’assunzione di bibliotecari abilitati a guidare gli studenti curiosi. Gestito da una frazione di personale necessario per una biblioteca tradizionale fatta di mattoni, cemento e libri, le collezioni e-book, dalla narrativa di genere ai bestseller si collocano stabilmente tra i rami più attivi quando si contano le statistiche dei libri in “circolazione”. 

La rivoluzione digitale ci sta cambiando, e lo stesso modello di formazione dinamico, fin dall’età prescolare e della prima scuola introduce i bambini alla complessità del linguaggio, al canto, al movimento e alla manipolazione con l’utilizzo della tecnologia. Una volta che i bambini sono a scuola, troviamo un milione di modi creativi per dare agli studenti una tregua da esercitazioni in aula introducendoli alla meraviglia di storie o all’emozione di indulgere nelle curiosità nel mondo. I più giovani potranno comprendere ciò che le loro madri e i loro padri non hanno potuto sfruttare: la navigazione dei collegamenti ipertestuali. Eppure, quando un collegamento ipertestuale è richiesto dallo studente, l’insegnante deve valutare l’affidabilità del sito.

Nessuno studioso può realizzare qualcosa d’importante senza navigare l’intero spettro di conoscenza di questo mondo indipendentemente dal suo formato di pubblicazione. Il mercato dell’ebook è troppo stretto, troppo effimero, troppo monopolistico per soddisfare tutte queste esigenze e, a meno di un completo collasso del nostro regime globale di copyright, lo sarà sempre.

La sola digitale biblioteca è ben lungi dall’essere un’utopistica “comune” dell’informazione, in cui possono essere sentite le voci che pesano su ogni argomento immaginabile. La biblioteca tradizione sarà sempre il tesoro dei libri antichi o introvabili, dove recuperare la memoria della nostra cultura. 

Annunci
La Biblioteca digitale: è il futuro?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...